Panini intrecciati di patate con pesto {vegan}

Potato bread knots filled with pesto {vegan} - Marta's Plants

(click here for the English version)

Buon lunedì!

La ricetta di oggi è per questi panini intrecciati di patate con pesto. Devo dire altro?! Sono buonissssssimi. E facili. L’unica cosa è che devono lievitare 2 volte, per 1 ora ciascuna, quindi in tutto prendono un po’ di tempo, ma nel mentre potete fare altro. Quindi non c’è alcun motivo per il quale non dovreste farli! Ho messo tutto passo per passo. Non c’è di che.

Potato bread knots filled with pesto {vegan} - Marta's Plants Potato bread knots filled with pesto {vegan} - Marta's Plants

PANINI INTRECCIATI DI PATATE CON PESTO {vegan}
di Marta Giaccone

Ricetta
10-12 panini
preparazione: 20 mins, cottura: 27 min, totale: 47 min + 2 ore di lievitazione

 

Panini di patate
2 cucchiaini e ¼ / 7 gr di lievito di birra in granuli
un pizzico di zucchero
¼ di tazza / 4 cucchiai / 60 ml di acqua tiepida
1 tazza / 220 gr di patata (già pelata e bollita)
¼ di tazza / 4 cucchiai / 60 ml di olio leggero
¼ di tazza / 4 cucchiai / 60 ml di latte vegetale
3 tazze / 400 gr di farina
10 gr di sale

 

Ripieno
2 manciate generose di basilico
4 cucchiai di olio evo
4 spicchi di aglio
35 gr di pinoli
sale

Potato bread knots filled with pesto {vegan} - Marta's Plants Potato bread knots filled with pesto {vegan} - Marta's Plants Potato bread knots filled with pesto {vegan} - Marta's Plants

Procedimento

  1. Unite il lievito, l’acqua e un pizzico di zucchero in una ciotolina, mischiate e lasciate riposare per 10 minuti o fino a che non si formi una schiumetta.
  2. Frullate la patata insieme all’olio e al latte e lasciate raffreddare.
  3. Infarinate un piano di lavoro.
  4. Setacciate la farina in una ciotola capiente, aggiungete il sale, mischiate, quindi aggiungete anche la purea raffreddata e il lievito. Mischiate dapprima con una forchetta, quindi con le mani.
  5. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e impastate per qualche minuto, fino a che sia liscio ed elastico. Se è molto appiccicoso, aggiungete poca altra farina (a me non ne è servita), un pizzico alla volta. Mi raccomando di non aggiungerne troppa.
  6. Pulite la ciotola capiente (o usatene un’altra), oleatela leggermente e metteteci l’impasto dentro. Lasciatelo riposare, coperto da pellicola, fino a che non sia raddoppiato in volume, circa 1 ora, in un luogo caldo (io l’ho lasciato in cucina). Se la vostra casa fosse troppo fredda potete metterlo nel forno spento e con la lucina accesa.
  7. Nel frattempo preparate il ripieno: semplicemente frullate o tritate tutti gli ingredienti del ripieno.
  8. Coprite una teglia con carta da forno.
  9. Riportate l’impasto sul piano di lavoro spolverato di farina. Stendetelo fino a formare un “rettangolo”. Versateci sopra il ripieno e spalmatelo in modo uniforme.
  10. Per piegarlo guardate le foto: piegate 1/3 dell’impasto, poi l’altro 1/3, quindi schiacciatelo leggermente con le mani. Tagliatelo in 10-12 strisce più o meno dello stesso spessore. Prendete una striscia, schiacciatela nuovamente, tenetela dai due estremi e cercate di allungarla un po’ mentre la torcete 2 o 3 volte. Poi formate un nodino (nel modo che preferite).
  11. Man mano mettete i nodini sulla teglia, ben distanziati. In caso usate 2 teglie perché cresceranno molto. Coprite nuovamente con la pellicola e lasciate lievitare per 1 ora.
  12. Preriscaldate il forno a 180°C.
  13. Infornateli per 25 minuti, girando la teglia a metà cottura, quindi accendete il grill per un paio di minuti. State attenti perché si bruciano facilmente.
  14. Sono buonissimi appena sfornati. Conservateli a temperatura ambiente, coperti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *